La Prima Legge della Dinamica

Tra le tante scoperte, invenzioni ed intuizioni di Galileo c'è ne una però che ci fa capire il ruolo di estrema importanza di questo scienziato nell'evoluzione dell'umanità. A Galileo va infatti il merito di avere per primo enunciato la Legge di Inerzia o Prima Legge della Dinamica:

"Ciascun corpo persevera nel suo stato di quiete o di moto rettilineo uniforme, salvo che sia costretto a mutare quello stato da forze impresse"

Questa intuizione risale all'incirca al 1600 ed ancora una volta pone lo scienziato toscano in antitesi con la filosofia e le convinzioni di Aristotele. Il filosofo greco infatti, e dopo di lui tutto il mondo della scienza fino appunto a Galileo, riteneva che

"ciò che è mosso cessa di muoversi nel momento in cui il motore che agisce su di esso smette di muoverlo".

Galileo invece attraverso una serie di esperimenti riuscì sorprendentemente a dimostrare che ogni corpo continua a muoversi in modo rettilineo uniforme, a ameno che una forza lo costringa a muoversi diversamente.